Mentre tutti i riflettori erano puntati su Bitcoin a causa del superamento di livelli mai toccati in precedenza, solo qualcuno è riuscito a notare l’andamento delle altre cryptovalute. Molti investitori credono di aver perso l’opportunità più grande della loro vita non avendo investito in Bitcoin: questo non è assolutamente vero! Stanno nascendo moltissime opportunità grazie alla Blockchain Ethereum e alle nuove cryptovalute.

Consigli agli investitori
Solo l’incontro tra Vladimir Putin e Vitalik Buterin ha favorito la concentrazione di attenzioni per il progetto Ethereum. Ether ha attestato una crescita del 13.633% dal 2015, un record che gli analisti finanziari non vedevano da molto tempo. Proprio questo probabilmente Ethereum toccherà prezzi inimmaginabili. Oltretutto gli sviluppatori di Ethereum cercano incessantemente e continuamente di migliorare il progetto, integrazione di Raiden, favorendo l’attenzione dei mercati: i developer ( tra cui Vitalik) aspirano ad azzerare completamente i downtime sulla piattaforma Ethereum e vogliono migliorarne la sicurezza. Proprio per questo motivo ci sono forti correnti nella community convinte che ethereum supererà in valore Bitcoin. Oltre ad Ethereum ci sono molte altre monete virtuali con maggiore potenziale di guadagno a causa dei loro prezzi molto bassi. Comunque le altre crypto, quelle più giovani, sono destinate a crescere nel futuro.

Ripple e gli altri altcoins
La terza cryptovaluta per capitalizzazione (Market Cap) dopo Bitcoin ed Ethereum è Ripple con un prezzo (ad oggi) di 0.24 Euro ma con un grande margine di crescita. Si stima che Ripple abbia un reward annuale di circa 5,478%, dopo Ripple si trova NEM che, secondo le previsioni, dovrebbe un ritorno annuale di circa 14,998%. Un’altra crypto promettente è Stratis. (tutti i dati sono stati presi da CoinMarketcap). Comunque gli altcoin appena citati rappresentano solo alcune delle opportunità di investimento possibili. Di contro, la nostra redazione, si sente obbligata a sottolineare l’assenza di stabilità in questi mercati e raccomanda cautela negli investimenti poichè l’intenzione di Satoshi (nome fittizio dell’ignoto sviluppatore di Bitocin), di Buterin, di Spagni ecc… non era quella di creare solo un titolo scambiabile sui mercati bensì quello di decentralizzare i sistemi istituzionalizzati per garantire delle tutele ai membri della community (come l’incorruttibilità, la poossibilità di esprimere il proprio voto nelle decisioni, ecc..) che attualmente non sono previste o fornite.
La volatilità e il sentimento speculativo è ancora molto forte. Quindi cautela e non investite più di quanto potete sperando di cambiare la vostra vita.

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *