L’International Economic Forum, che si è riunito a San Pietroburgo, ha ottenuto come risultato più di 30 miliardi di dollari di investimenti.
Il risultato finale più importante però non è misurato con i numeri, ma nell’attitudine dei partecipanti al Forum e di chi ha tenuto d’occhio gli eventi e i meeting svolti nella città russa.
La crypto-community è rimasta quasi scioccata (in positivo!) dall’incontro tra il Presidente russo Vladimir Putin è il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin.

Come commentato dal segretario della stampa del Cremlino Dmitry Peskov, durante l’incontro Putin e Buterin hanno discusso l’applicazione delle tecnologie nel paese. Secondo le indiscrezioni, il presidente ha supportato l’idea di stabilire nuove relazioni di business che seguano la strada intrapresa dalla tecnologia blockchain.

Durante il Forum, il Primo Ministro Igor Shuvalov ha detto che Putin è davvero entusiasta verso l’idea di creare una nuova economia digitale nel paese e ha affermato che al momento almeno tre diverse applications blockchain sono in fase di esplorazione e di testing. Sembrerebbe che le applicazioni sarebbero rivolte al tracking dei beni, alla costruzione di sistemi identificativi, e ai sistemi di certificazione di possesso.
Buterin era tra gli speaker al pannello di discussione sull’economia blockchain, che si è poi rivelato uno dei pannelli più popolari.
Gli speaker hanno discusso il potenziale della tecnologia per dare un inizio allo stabilimento di un nuovo tipo di economia, oltre ai relativi problemi di regolamentazione.
I regolamentatori russi si stanno trovando in difficoltà provando a trovare un modo di mettere le applicazioni blockchain all’interno di un framework di prodotti da regolamentare già esistenti. Quello che preoccupa di più i regolamentatori è lo pseudo-anonimato.

Buterin ha affermato: “Credo che questo dilemma non abbia risoluzione. I regolamentatori proveranno sempre a venir fuori con nuove idee per controllare e analizzare le transazioni, mentre le persone continueranno sempre a pensare a come nasconderle. È una sorta di guerra matematica, ma le proprietà del sistema non lasceranno mai vincere una delle due parti”.

Quando l’idea di Ethereum è venuta a Buterin, lui aveva pensato solo a poche applicazioni, come afferma. Però, quando la tecnologia è cresciuta e il network è aumentato, si è sorpreso di quante applicazioni per la blockchain di Ethereum fossero suggerite da diversi membri delle communities.

Dice: “La creatività e l’innovazione portate dalla community sono molto più importanti di quelle alle quali io avevo pensato”
Rispondendo alla domanda di uno dei presentatori del pannello, Buterin ha menzionato che siamo proprio all’inizio della confidenza da parte delle industrie per l’entrata della tecnologia blockchain in questo mondo.
Le persone stanno iniziando a realizzare che la blockchain non è solamente un giocattolo per hackers, ma un efficiente strumento che ha i potenziali per essere usato da banche, istituti finanziari, aziende, regolamentatori…

Vitalik ha condiviso la sua esperienza nel mondo blockchain

“Sono entrato nel mondo blockchain sei anni fa. Ho guadagnato 20 bitcoin, e ne ho spesi 8 e mezzo per comprarmi una camicia. I bitcoin che ho speso ora valgono 20000 dollari e la camicia e ormai andata. Quello che ho capito entrando in questo esperimento globale però è che questa economia digitale funziona solamente se migliaia di persone intorno al mondo lavorano insieme. E l’idea che migliaia di persone connesse al network possono creare un sistema finanziario indipendente mi stupisce sempre. Le idee di di decentralizzazione, crittografia, apertura, trasparenza mi hanno lasciato scioccato. Inoltre l’applicazione di blockchain non è solo limitata alle cryptovalute. Ha un potenziale enorme per essere applicata a industrie o business di qualsiasi dimensione.”

La tecnologia blockchain e inoltre spesso comparata a un’altra invenzione, Internet, e l’impatto che ci si aspetta sembrerebbe essere più grande anche di quest’ultimo. Proprio come nel caso del World Wide Web, quei paesi che hanno implementato le soluzioni tecnologiche prima delle altre hanno tuttora un significativo vantaggio competitivo. La Russia ha la possibilità di diventare uno dei leader nell’industria IT globale. Anche se i dettagli del meeting tra Buterin e Putin sono mantenuti segreti, un dettaglio è emerso: il presidente è pronto a dare pieno supporto allo sviluppo della tecnologia Blockchain, il che risulterebbe nell’entrata di un grande volume di investimenti per tutto il cryptomondo.

Author: Emanuele Coscia

A volte faccio trading con cryptovalute, ma molto spesso sto leggendo qualcosa. Mi definirei un bitcoin maximalist se non fosse che Vitalik è davvero bellissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *