Il Team di Ethereum News Italia ha deciso di analizzare e confrontare 3 temi molto dibattuti nelle communities: il tasso di crescita della capitalizzazione, il numero di nodi nei network e il numero di transazioni tra le due principali cryptovalute nel mercato: Bitcoin e Ethereum. Tuttavia, non ci schieriamo da nessuna delle due parti; personalmente, siamo contenti se entrambi i coins salgano di valore e tutti possono guadagnarci.

Qualche giorno fa, Ethereum ha registrato un altissimo livello di attività nel mercato. Secondo Infura, 23 milioni di Eth sono stati mossi nell’ecosistema con un valore totale di $ 5.2 miliardi. Anche le transazioni su Ethereum hanno toccato un nuovo record con 214,126. Comparando il numero di transazioni con quello di Bitcoin (Btc) nello stesso giorno, 321,634, sembra che Ethereum abbiano raggiunto il 67% del volume di transazione di Btc. Inoltre, un altro valore importante da riportare è la capitalizzazione di Etherem che è passata da un 53% ad un 61% rispetto a quella di Btc.

Le transazioni di Bitcoin nel tempo

Inoltre, dato il peso di 1Mb a blocco e il timing di 10 minuti nella Blockchain di Bitcoin, il tetto massimo di 375,000 transazioni al giorni, limitando attualmente la capacità della prima piattaforma decentralizzata e distribuita. La Blockchain di Ethereum, invece, può permettersi di avere un milione o due milioni di transazioni giornaliere con la possibilità di espansione grazie alla futura Proof of Stake e Sharding. Si pensa quindi che la crescita di Ethereum sia data dalla convenienza di tasse minori (GASPRICE) e soprattutto dalla velocità maggiore per la conferma delle transazioni. In aggiunta, la domanda di Ether è anche supportata da progetti industriali, rendendo la valuta virtuale più tangibile ed utile.

Le transazioni di Ethereum nel tempo

Per quanto riguarda il numero di nodi, Ethereum può contare su 3 volte il numero dei nodi rispetto a quelli presenti nella rete di Bitcoin. Infatti, nel network si possono contare quasi 25,000 nodi sparsi per il mondo, dopo solo due anni dal lancio, mentre quelli di Bitcoin sono rimasti solamente a 7,000 che verificano il network.

I nodi di Bitcoin nel mondo

 

Fonti: http://www.trustnodes.com

 

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *