Questa mattina la community di Ethereum ha potuto osservare un fenomeno senza precedenti: l’ICO di Brave-Browser (BAT) ha superato qualsiasi record raggiungendo 156,250 Ether (circa 36 milioni di dollari) in circa 24 secondi. Gli sviluppatori del progetto hanno raccolto circa 1 milione al secondo! Nessuna offerto di token aveva raggiunto un cosi notevole successo finora, neanche Gnosis a cui erano serviti circa 24 minuti per raggiungere quelle cifre. Questi fondi, comunque, come scritto dettagliatamente nel white paper, saranno devoluti per lo sviluppo del BAT team, l’amministrazione, il raggiungimento degli obiettivi e le spese per il marketing.

L’offerta dei BAT token è iniziata questa mattina ed era stato predisposto che terminasse al raggiungimento di 156,250 Ether, purtroppo molti investitori non hanno potuto sfruttare la possibilità data dall’ICO a causa del repentino acquisto di tutti i token: la redazione di Ethereum News Italia si è presa la briga di andare a controllare gli acquisti (dati pubblici) e abbiamo notato che molti versamenti erano di una notevole quantità in Ether (almeno 12 versamenti da 15.000 Ether), lasciamo a voi le speculazioni su questi dati.

Che cosa è Brave Browser?

Brave Browser è un browser open-source che blocca la pubblicità indesiderata. Inoltre, il browser, tiene conto degli interessi degli utenti ed eroga un compenso a coloro i quali condividono i dati degli effetivi interessi dei consumatori.

Tutto vi sembrerà più chiaro dopo un esempio: ” voi tutti sapete che attraverso i cookies vengono raccolti i dati riguardo ai siti che avete visitato, immaginate un browser che utilizza pubblicità attinenti solo ai prodotti presenti nei siti da voi visitati. Coloro i quali forniscono questi dati a Brave Browser verranno ricompensati coi BAT token.” 

Tutti i vostri dati però sono inseriti su una blockchain e quindi grazie ad un algoritmo fornito da Brave Browser chiamato ANONIMIZE, i dati, sono anche schermati e quindi non sarà possibile agli inserzionisti sapere a chi stanno proponendo la pubblicità. Non è finita qui: gli utenti che osserveranno gli advertisement saranno anche ricompensati attraverso BAT token.
Effettivamente questo browser non farà nulla di più di quelli che utilizziamo già adesso, tranne tutelare completamente la privacy dei propri utenti grazie ad ANONIMIZE e a erogare dei BAT token a gli utenti che osservano la pubblicità.

Ora non ci resta che aspettare gli sviluppi di Brave Browser ed il lancio effettivo del browser sul mercato.

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *