La banca più grande in Cina, People’s Bank of China (PBoC), ha creato un comitato sulla Fintech per promuovere il settore in modo strategico e sano in tutta la nazione. Inoltre, uno dei motivi del comitato è decidere le future regolamentazioni e politiche da adottare quando il fenomeno della Fintech nei prossimi anni si diffonderà in tanti settori, tra cui quelli bancari e finanziari.

Traducendo dal website ufficiale  il loro messaggio, PBoC afferma che ” Stiamo studiando in modo molto approfondito l’impatto che potrebbero avere queste nuove tecnologie su gli sviluppi finanziari, sulle politiche monetarie, sulla stabilità economica, sui sistemi di pagamento. Inoltre, vogliamo pianificare una guida strategica per come estendere e sviluppare questa novità per la Cina dei prossimi anni.”

La PBoC crede che l’introduzione dell’apparato Fintech possa “migliorare gli scambi” e facilitare ulteriori “cooperazioni sia tra le aziende dello stato, che all’estero”. Inoltre, la scorsa settimana è stato introdotto un decreto che menzionava nuove regolamentazioni per gli exchanges di Bitcoin sul territorio Cinese, come OKCoin, Huobi e BTCChina.

Fonte: https://www.ethnews.com/peoples-bank-of-china-establishes-fintech-committee

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *