Coinbase ha introdotto un servizio di messaggistica all’interno del sua piattaforma, ispirandosi all’app cinese WeChat. Token è il nome ufficiale dato a questa nuova funzione e 3 sono le sue principali funzioni: la comune piattaforma per inviarsi i messaggi protetta dalla crittografia, un portafoglio per Ethereum e un browser per le apps di Ethereum.

“Ci siamo ispirati alla applicazione WeChat, sopratutto per quello che riguarda i servizio di wallet, il quale speriamo agevoli le modalità di pagamento digitale e telematico, tutt’ora molto diffusi in Cina. Quello che vogliamo creare è principalmente un protocollo che lavori in tutto il mondo” ha scritto la compagnia nel suo blog dopo aver lanciato ufficialmente l’app.

Inoltre, il CEO di CoinBase Brian Armstrong ha aggiunto che Token funzionerà in modo analogo alla piattaforma GDAX – un progetto sempre sotto l’ombrello di gestione di Coinbase.

“Quello che abbiamo in mente è dare a Token uno status autonomo, sia per quanto riguarda il brand sia per la sua entità legale, anche dallo stesso Coinbase. Un progetto parallelo come GDAX“. Token è “disegnato per essere simile ad un web browser” includendo in aggiunta la possibilità agli utenti di inviare e ricere ETH insieme ai messaggi istantanei.

Coinbase quando ha spiegato le motivazione di questa nuova tecnologia ha rimarcato che questa iniziativa è stata mossa da prospettive umanitarie: citando un report fatto dalla Gates Foundation, nel mondo più di 2,5 miliardi di adulti sono esclusi dalle istituzioni finanziarie.

“Noi pensiamo che tutti al mondo debbano avere l’accesso ai servizi finanziari base. Noi crediamo che attraverso la nostra rivoluzione, uno smartphone e le cryptovalute renderanno tutto ciò concretizzabile” sottolineano sul blog. Nei prossimi mesi, Coinbase ha comunicato che aggiungeranno i Litecoin nel progetto GDAX osservando gli alti volumi di transazione registrati negli ultimi mesi.

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *