Recente dal US, Il “The Office of National Coordinator for Healt Information Technology (ONC) ha pubblicato un documento sulla praticabilità delle piattoforme Blockchain nel campo della sicurezza e della registrazione per tutto quello che riguarda il mondo della Health Data.La maggioranza delle agenzie sanitarie operano su molteplici database in cui inseriscono i dati privati dei loro pazienti (Protected health information, PHI) che data la loro obsoleta programmazione sono facilmente accessibili e hackerabili. Nel corso dell’anno, molti hackers sono riusciti a fare breccia nei loro sistemi rubando molti dati. Tutto ciò ha permesso la diffusione di alcuni file riservati che successivamente sono stati venduti nel dark web. Licenze, certificati per farmaci sono le principali attrazioni per i clienti del Underground Market.

Conseguentemente, Il ONC sta attivamente proponendo 15 nuovi strumenti al governo US per evitare che questa situazione persisti. Alcune di queste proposte includono peer-to-peer network garantendo e incrementando il livello di privacy e sicurezza. Secondo alcune fonti (According to a reports), ONC è riuscito a farsi concedere dal governo un somma tra 1,500 e 5,000 milioni di dollari. In un comunicato di Vindell Washington, il coordinatore nazionale del Health IT, ha dichiarato che ” la nostra scoperta della tecnologia Blockchain potrebbe essere estremamente utile e innovatine in tutto il settore della sanita. Siamo davvero entusiasti della sfida che si siamo preposti”.

Il piano proposto da ONC è di valutare alcuni di questi 15 progetti e concretizzarne il più possibile nel minor tempo possibile. Utilizzando l’immutabile Blockchain, il team spera di creare una piattaforma sicura dove anche i dati al suo interno, soprattutto quelli riservati dei pazienti, siano inseriti in tempo reale con estrema trasparenza, senza la possibilità di modifiche o furti.

Inoltre anche le stesse transazioni tra potenziali intermediari e servizi providers sarebbero facilitati.  Nel documento “Blockchain For Health Data and Its Potential Use in Health IT and Health Care Related Research”, l’autrice Laure Linn di ONC suggerisce:” La tecnologia sviluppata con Blockchain potrebbe garantire uno stardard di riservatezza e connessione che permettere a tutti i membri di questo settore, pazienti inclusi, di condividere in sicurezza i propri dati sanitari”.

In un futuro vicino, ONC spera di tutto ciò possa essere condiviso e creare un unico privato sistema di comunicazione e condivisione di data.

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *