La Federazione Russia ha riconosciuto la crescente popolarità di Bitcoin e la sua potenzialità di risolvere una serie di problemi che affliggono il sistema finanziario odierno. Se inizialmente molto controversa per tutto ciò che era legato all’utilizzo delle cryptovalute per le transazioni, l’assegnazioni di un “status” legale alla moneta virtuale apre una possibilità per la creazione di un eco-sistema più solido e strutturato. Non c’è da meravigliarsi se la Russia ha riconosciuto la legittimità di Bitcoin poco dopo i recenti sviluppi in Giappone dove le cryptovalute sono ora legali per le transazioni. L’assegnazione legate della moneta non solo conferisce più facilità nel suo utilizzo come strumento di pagamento a tutti i membri della comunità, ma inoltre assegna più responsabilità e sicurezza ad un sistema che fin’ora era del tutto slegato da norme e regole.
Fonti affermano il ministro delle finanze russo,, sta preparando quindi una rivoluzione finanziaria basata sulla trasparenza guidata dalla volontà di risolvere i problemi di riciclaggio di denaro. Alexey Moiseev, vice Ministro delle Finanze in Russia, afferma che “lo stato necessità di sapere in ogni momento da dove provengono e arrivano i soldi durante le contrattazioni finanziarie.” La localizzazione e tracciabilità delle criptovalute potrebbe essere un utile strumento per la Banca di Russia, la quale ha visto 211,5 miliardi di dollari tra il 1994 al 2011, scomparire dal sistema finanziario ufficiale.

Fonte: http://origin-www.bloomberg.com/news/articles/2017-04-10/russia-caves-in-on-bitcoin-to-open-new-front-on-money-laundering

Russia to Declare Bitcoin Legal, Introduce Regulations

Author: Jacopo Sesana

Frequento il corso “Philosophy, International and Economics Studies” a Venezia, presso l’Università “Cà Foscari”. Scrivo per informarmi e per informare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *